Pac 2021-2027, all’Italia oltre 38 miliardi di euro

Secondo un documento della Direzione generale bilancio della Commissione europea, la dotazione finanziaria della Pac per l’Italia nel periodo 2021-2027 sarà di circa 38,7 miliardi a prezzi correnti e così suddivisi: 25,4 miliardi saranno destinati ai pagamenti diretti; 10,7 miliardi andranno allo sviluppo rurale (9,8 miliardi  dal bilancio e 925 milioni come fondo per la ripresa economica); 2,3 miliardi per i programmi destinati al settore vinicolo; 242 milioni per l’olio d’oliva; 36 milioni per il miele.

Il documento della Direzione generale bilancio specifica che si tratta di un input tecnico e in ogni caso le cifre indicate resteranno invariate. Il supplemento ai fondi per lo sviluppo rurale del Recovery fund, inoltre, potrebbe non essere disponibile prima del 2022. Sull’argomento è intervenuto Paolo De Castro, responsabile del regolamento Omnibus settore agricoltura presso l’Europarlamento, il quale ha sottolineato che è necessario rendere disponibili i fondi aggiuntivi già nel 2021 “e per accelerare questo processo – ha dichiarato – si sta pensando di inserire tutto nel Regolamento per il periodo transitorio sulla Pac che estenderà di due anni l’attuale politica agricola, nonostante la Commissione volesse inizialmente limitarlo a un anno”.

Pertanto il periodo transitorio durerà fino al 31 dicembre 2022. Va ricordato che il documento della Direzione generale ribadisce che la convergenza esterna continuerà con tutti i Paesi che contribuiranno a colmare il divario tra i diversi livelli di pagamento diretti  e che le cifre terranno conto delle conclusioni del Consiglio europeo, secondo il quale tutti gli Stati membri avranno un livello medio di aiuto di almeno 215 euro/ha a prezzi correnti entro il 2027. Grazie a questa appendice, l’Italia e altri 14 Paesi beneficeranno di un supplemento ai fondi per lo sviluppo rurale.