La Lombardia aumenta i contributi per i giovani agricoltori under 40

La Lombardia ha modificato i parametri del Piano di sviluppo rurale relativi agli importi dei premi concessi per il primo insediamento di giovani agricoltori.

I contributi passeranno da 20 a 40mila euro per i titolari di aziende che si trovano nella zona non svantaggiata di montagna, mentre aumenteranno da 30 a 50mila euro per i titolari delle aziende situate nella zona svantaggiata di montagna. All’indomani dell’approvazione della modifica da parte della Commissione europea, l’assessore regionale all’Agricoltura, Fabio Rolfi, ha espresso la sua piena soddisfazione. “Tra i nostri impegni più importanti vi è quello di sostenere la nuova imprenditorialità agricola – ha dichiarato in una nota – L’agricoltura in questi mesi ha dimostrato più che mai di essere un’attività essenziale per l’uomo, imprescindibile per la nostra società e la nostra economia, soprattutto in Lombardia, prima regione agricola d’Italia. In questi cinque anni abbiamo aiutato 1.096 ragazze e ragazzi under 40 ad avviare un’impresa agricola o a subentrare a una già esistente con un contributo totale di 28 milioni di euro. Allo stato sono in fase istruttoria ulteriori127 domande”.