DeLaval a Cremona presenta OptiDuo e VMS V300 e raddoppia con un workshop

DeLaval, leader mondiale nella mungitura e nelle soluzioni dell’allevamento da latte, conferma la sua presenza alle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona anche per il 2018. DeLaval, con obiettivi mirati ad una gestione sostenibile dell’alimento, alla qualità del latte e alla salute animale, è il marchio di prodotti utilizzati, ogni giorno, da milioni di aziende in tutto il mondo. Fondata più di 135 anni fa in Svezia, quando il lungimirante Gustaf de Laval brevettò il separatore del latte per l’ottenimento della panna, oggi, DeLaval conta su 4.500 dipendenti e operatori in più di 100 mercati. DeLaval, con Tetra Pack e Sidel, fa parte del gruppo Tetra Laval Group (www.delavalcorporate.com).

Quali saranno le novità che DeLaval presenterà a Cremona quest’anno?

Il 2018 è pieno di novità in casa DeLaval, in particolare presenteremo durante la Fiera di Cremona gli ultimi nati: DeLaval OptiDuo e DeLaval VMS V300.

DeLaval OptiDuo, il nuovo robot spingiforaggio DeLaval, offre ai nostri clienti un nuovo approccio che permette di rendere il foraggio più appetibile per le vacche, aumentando il consumo di alimento e riducendo gli scarti. Il benessere degli animali, la redditività delle aziende agricole, l’efficienza lavorativa e la sicurezza alimentare sono sfide che gli agricoltori di tutto il mondo devono affrontare con crescente pressione. OptiDuo aiuta ognuno di questi aspetti reinventando il modo in cui nutrire le vacche e consentendo agli agricoltori di scegliere come spendere il loro tempo.

OptiDuo oltre a spingere il foraggio nella corsia di alimentazione, lo rinfresca rendendolo molto più appetibile per le vacche e lo fa riconoscendo automaticamente e adattandosi di conseguenza alla tipologia e quantità degli alimenti presenti in corsia. In funzione delle loro caratteristiche, il sistema Adaptive Drive di OptiDuo modifica in autonomia la velocità e, se necessario, la sua posizione di avanzamento, per assicurare che le vacche abbiano sempre la migliore disponibilità di cibo.

I test hanno evidenziato un aumento della produttività grazie a una maggiore assunzione degli alimenti, un miglioramento dell’efficienza lavorativa grazie ad una attività continua 24/7 della macchina, un aumento del benessere degli animali grazie a una minore competitività, e infine una riduzione degli sprechi grazie alla miscelazione degli scarti.

DeLaval VMS V300, nuovo robot di mungitura di DeLaval, traccia le basi del futuro nella mungitura con dati veramente sorprendenti: 99% di successo nel post-dipping, la mungitura reale per singolo quarto approvata ICAR, fino al 10% di capacità in più rispetto al modello precedente, costi di esercizio minori, successo di attacco del 99,8%, tempo di attacco maggiore del 50%, potenziale di 3500kg di latte al giorno per macchina.

Il VMS V300 è composto da tre importanti innovazioni. Il sistema DeLaval InControl™, la nuova interfaccia utente che permette di avere accesso e controllo di tutte le informazioni da remoto. DeLaval PureFlow™, la nuova coppetta di lavaggio e predipping trasparente, ed infine DeLaval InSight™, un sistema di lettura e attacco gentile, veloce e accurato. A tutto ciò si aggiunge il programma di DeLaval InService™ All-Inclusive (tutto incluso), una soluzione che comprende prodotti di consumo, consulenti, interventi e molto altro, ad un prezzo fisso. DeLaval InService fornisce all’allevatore un’attenzione particolare al proprio business, con la sicurezza di prestazioni ottimali in ogni mungitura. Il nuovo DeLaval VMS™ sarà disponibile per l’Italia a partire da Ottobre 2018, sarà ufficializzato presso le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona.

Non solo grandi presentazioni ma anche un workshop di assoluto interesse per gli operatori del settore…

Durante il nostro workshop parleremo delle importanti novità 2018 targate DeLaval, OptiDuo, VMS V300 e del servizio DeLaval InService™ All-Inclusive. Quello che vogliamo trasmettere non sono solo i dettagli dei nuovi prodotti ma di tutta la linea DeLaval che permette di garantire una gestione a 360° della mandria. Non si parlerà semplicemente di sistema “spingi-foraggio” ma dei benefici che esso apporta dovuti anche al sistema di rimescolamento.

Inoltre ci sarà un ampio capitolo riferito al nuovo robot di mungitura DeLaval VMS V300. Con questo nuovo robot abbiamo rivisto i canoni di funzionalità e gestione dell’animale, della mungitura e della gestione aziendale. In particolare si farà riferimento ai tre elementi distintivi PureFlow, InSight e InControl, che definisco le basi della nuova mungitura robotizzata.

Tutto questo sarà poi condito dal nuovo contratto “Tutto incluso”. DeLaval offrirà ai nuovi clienti VMS V300 un contratto completo di prodotti di consumo, assistenza e molto altro. Come dicevo sarà un incontro che non solo verterà sui prodotti ma su tutto l’insieme degli elementi gestionali di un’azienda moderna a 360°.

Come si sta diffondendo la robotica nelle stalle e quali sono le prospettive?

La robotica sta entrando nelle stalle Italiane e di tutto il mondo in modo preponderante. Si tratta di un settore in continua espansione: il 50% dei nuovi sistemi di mungitura che vengono installati negli allevamenti sono robot, e oggi sono oltre 2 milioni e mezzo le bovine al mondo che sono munte con questo sistema. Ma non è solo la mungitura interessata a questo importante cambiamento, basti pensare all’alimentazione, alla gestione aziendale… ed è per questo che DeLaval punta sempre di più all’innovazione grazie anche ai 7 centri di ricerca e sviluppo a disposizione, in cui vengono investiti ogni anno 15 milioni di euro, e oltre 1.500 brevetti.

Perché avete scelto di tornare alle Fiere Zootecniche di Cremona?

Quest’anno DeLaval ha deciso con i propri concessionari AgriCremona e AlfaMilk di essere presente alle Fiere Zootecniche di Cremona per poter presentare in anteprima nazionale i due prodotti di spicco del 2018, OptiDuo e VMS V300. Questa decisione nasce dall’importanza che Cremona e le sue Fiere Zootecniche Internazionali rivolgono verso la zootecnia Italiana e internazionale».