Economia circolare e bio-waste: nuove decisioni dal Parlamento Europeo

È stato approvato in via definitiva il pacchetto sull’economia circolare del Parlamento Europeo. Il documento mette in agenda il raggiungimento del 65% di riciclaggio dei rifiuti solidi urbani al 2035, con target intermedi del 55% al 2025 e 60% al 2030. Per quanto riguarda gli imballaggi, il piano prevede il target del 65% al 2025 e del 70% al 2030, con due sotto-obiettivi per gli imballaggi in plastica, che dovranno essere riciclati almeno per il 50% nel 2025 e per il 55% nel 2030. Per le discariche il target è fissato al 10% entro il 2035. Dal 2023 sarà obbligatoria la raccolta differenziata dei rifiuti di materiali organici (“bio-waste”), da avviare al compostaggio.

Si tratta di un passo importante verso la realizzazione di una idea di economia circolare, le cui tecnologie anche quest’anno verranno passate in rassegna a BioEnergy, filone delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona dedicato alle agroenergie, con focus professionali dedicati a biometano, biogas, efficientamento e alle novità provenienti dall’economia circolare. Le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona sono l’unico evento agro-zootecnico in Italia e uno tra i più importanti al mondo, che riunisce nei padiglioni di CremonaFiere tutti gli attori del settore. Il binomio tra BioEnergy e Fiere Zootecniche Internazionali è una garanzia di successo perché è in grado di offrire risposte efficaci al settore delle agroenergie.