Cooperative: sottolineato il potere della digitalizzazione nel liberare il potenziale dell’agricoltura e della catena agroalimentare

La Cogeca, la voce delle cooperative agricole europee, ha chiesto una strategia UE coerente per promuovere la trasformazione digitale della catena agroalimentare, in occasione del Business forum organizzato dalla Presidenza oggi a Bruxelles. All’evento di alto livello è stato sottolineato il ruolo centrale delle cooperative agricole nel
guidare il settore verso la trasformazione digitale.

In apertura dell’evento, il Presidente della Cogeca Thomas Magnusson ha affermato: “Le tecnologie digitali possono aiutare ad ottenere un settore agricolo più sostenibile e competitivo. In passato, molte tecnologie innovative non sono state adottate in azienda per via delle dimensioni dell’azienda agricola, per una mancanza di formazione o a causa degli elevanti investimenti richiesti. Le cooperative agricole possono aiutare gli agricoltori loro membri a superare queste sfide”.

I risultati principali dello studio condotto su “Le cooperative agricole e la tecnologia digitale” sono stati presentati da esperti agricoli senior di Price Waterhouse al Forum, che hanno illustrato l’impatto sul settore e le sfide strategiche crescenti. Esperti e rappresentanti di Danish Agro, DRV Germany, DCoop Andalusia, GAIA EPICHEIREIB e del Fresh Produce Center hanno altresì condiviso le proprie opinioni e presentato varie iniziative appoggiate dalle cooperative agricole di tutta Europa.

Il coordinatore dei Business fora della Presidenza della Cogeca, nonché rappresentante di Coop de France, Christian Pées, ha dichiarato: “La digitalizzazione e l’uso efficiente dei megadati stanno rivoluzionando i modelli e i processi imprenditoriali nella catena agroalimentare. Le tecnologie digitali hanno dato un nuovo impulso alla tracciabilità delle derrate alimentari e all’informazione dei consumatori. Mentre si sviluppano nuovi mercati, dobbiamo affrontare strategicamente le sfide e cogliere le opportunità, per comprendere meglio il comportamento del consumatore e le sue aspettative, nonché per migliorare le relazioni fra imprese lungo la catena”.

Nel definire le modalità volte a massimizzare il potenziale del settore tramite la digitalizzazione, il sig. Magnusson ha chiesto una strategia UE coerente per promuovere la trasformazione digitale del settore agroalimentare. Ci occorrono le giuste infrastrutture e l’accesso alla banda larga e alle tecnologie satellitari per colmare il divario digitale. Il quadro giuridico attuale per la raccolta, l’utilizzo e lo scambio di dati agricoli è piuttosto complesso e frammentato. Dobbiamo sviluppare un codice di condotta sulla condivisione dei dati agricoli. Formazione e istruzione sono essenziali”, ha concluso Magnusson.